Disable Preloader

Come viaggiare con il gatto

Fin da piccolo è opportuno abituare il gatto a considerare il trasportino come un oggetto famigliare, “una piccola tana” dove potrà sentirsi sicuro e protetto. La prima cosa fondamentale è scegliere un trasportino comodo e della giusta dimensione, in modo che per il gatto sia possibile stare in piedi, ed è inoltre importante che sia facile da pulire e disinfettare. È opportuno abituare il gatto in modo graduale alla gabbietta per evitare di rendergli difficoltoso ed indesiderato l’ingresso in quest’ultima. Inizialmente bisogna lasciare in casa il trasportino con la porta aperta e per invogliare il gatto ad entrare si può mettere all’interno di questo una copertina in lana o in pile, dei giochi e del cibo. Nel caso in cui la gabbietta sia a rete è utile coprirla con un telo in modo che rappresenti un rifugio sicuro. Le prime volte si possono fare piccoli spostamenti con l’animale nel trasportino fino ad arrivare alla macchina, accendere il motore senza spostarsi e riportare il gatto a casa. In seguito, almeno due volte alla settimana, occorre fargli fare dei brevi e non traumatici tragitti in automobile, così che il gatto impari a viaggiare (non si deve andare subito dal veterinario perché il vostro animale collegherebbe il trasportino e lo spostamento in auto ad un evento negativo). Inoltre, per aiutare il gatto ad affrontare con più serenità il viaggio, è opportuno vaporizzare nel trasportino i feromoni di sintesi prima di ogni partenza. Tale operazione deve essere realizzata all’esterno dell’abitazione: il proprietario spruzzerà il prodotto per due o tre volte nel trasportino, lo lascerà fuori casa per circa venti minuti ed in seguito vi collocherà il gatto. E' importante che per ogni spostamento, breve o lungo che sia, il gatto sia messo sempre nel trasportino e mai lasciato libero in automobile.

 

Condividi: